Archive for 29 maggio 2009

Google ha presentato in anteprima al “Google I/O” la sua nuova creatura: Wave!

29 maggio 2009

googlewave
Descrivere Wave non è semplice, ma essenzialmente possiamo dire che è un nuovo sistema di comunicazione. Un sistema che integra in un unica applicazione web le funzionalità offerte dai wiki, dai forum, dai blog, ecc. Possiamo definire “Wave” un flusso di comunicazione e documenti.

Possiamo immaginarlo come un evoluzione di GMail verso il social networking: parliamo di email con struttura ad albero, che possono contenere infinite sotto-strutture. Si possono invitare ed escludere contatti dalla conversazione, aggiungere risposte in mezzo ad un messaggio, spezzandolo per rispondere ad una frase in particolare. Si possono includere oggetti come foto, mappe, video, risultati di ricerca, o altro. I documenti allegati potranno essere modificati in collaborazione con gli utenti che partecipano al proprio Wave.

Ovviamente la “fase” collaborativa è l’essenza di Wave, ma le funzionalità e le opportunità sono così tante che l’unico modo per percepirne le potenzialità è vedere il filmato della presentazione:

Ultima notizia, ma forse la più importante: tutto il progetto verrà rilasciato con una licenza open source, e tutti gli sviluppatori sono invitati a partecipare alla pianificazione ed allo sviluppo dello stesso.

Fonte: OSSBlog: Google Wave, comunicazione libera in tutti i sensi
Fonte: Pollycoke: Il nuovo progetto Google Wave sarà open source

Originale: Google ha presentato in anteprima al “Google I/O” la sua nuova creatura: Wave!

Assinform 2009: la spesa IT in discesa a -5,9%, il peggior risultato della storia dell’informatica italiana

28 maggio 2009

Assinform 2009
Assinform da quarant’anni svolge un attività di monitoraggio sul mercato IT, ed ogni anno pubblica i risultati raccolti in un omonimo Rapporto.

Secondo le rilevazioni pubblicate in Assinform 2009, nell’anno precedente (2008) la crescita del mercato italiano è stata di solo 0,8%, risultando inferiore a quella del Regno Unito (3,2%), Germania (3,4%), Francia (3,4%) e Spagna (4,9%). Complessivamente in Europa l’ICT è cresciuta del 3,8%, negli Usa del 3,3% e nei paesi dell’area asiatica del 7,2%.

Per il 2009 le previsioni sono particolarmente cupe: la spesa IT dovrebbe scendere del 5,9% in tutti i reparti tipici del settore: telecomunicazioni a -11%, banche a -9%, trasporti e industria a -4,9% e consumer a -3,5%.

Secondo Assinform “è urgente sostenere l’information technology italiana, detassando gli utili delle imprese investiti in innovazione digitale e avviando con forza le liberalizzazioni”.
Ennio Lucarelli, presidente Assinform, ha detto che “se infatti è inevitabile che di fronte alla crisi dei mercati, imprenditori e amministratori si preoccupino di limitare i costi, dobbiamo essere consapevoli che tagliando sull’innovazione stiamo approfondendo il nostro ritardo rispetto ai paesi concorrenti e compromettendo così proprio le possibilità di riprendere a crescere e a competere”.

Originale: Assinform 2009: la spesa IT in discesa a -5,9%, il peggior risultato della storia dell’informatica italiana

Facebook: nuovo socio porta 200 milioni di dollari

27 maggio 2009

Facebook
Ieri si è saputo che Facebook ha accettato i 200 milioni di dollari offerti da
Digital Sky Technologies (Dst) come investimento in azioni.
DST è una grande azienda russa nota per aver investito grandi somme di denaro anche in altri social network.

La transazione economica avviene in cambio di azioni privilegiate pari a una quota dell’1,96% (Facebook, secondo le ultime valutazioni, ha un valore di 10 miliardi di dollari).
DST intende acquistare anche 100 milioni di titoli ordinari di Facebook dagli attuali azionisti.

La notizia ha immediatamente scatenato il paragone con la cifra pagata da Microsoft a ottobre 2007, basata su un valore stimato per Facebook di 15 miliardi, ben 5 in più rispetto a quello odierno. A spiegare il tutto è intervenuto Mark Zuckerberg in persona, precisando che l’investimento della società di Redmond fu fatto “in un picco assoluto del mercato” e comprendeva inoltre anche altri accordi legati a pubblicità e ricerca.

Originale: Facebook: nuovo socio porta 200 milioni di dollari

Microsoft: finalmente rilasciati i Service Pack 2 per Windows Vista e Windows Server 2008

26 maggio 2009

Microsoft Windows
Microsoft ha finalmente rilasciato i tanto attesi Service Pack 2 per Windows Vista e Windows Server 2008 (nelle versioni x86, x64, ia64).
Per ora non è ancora disponibile la lingua Italiana fra quelle disponibili: sembra che per le versioni localizzate sia necessario aspettare ancora un paio di settimane.

L’installazione del Service Pack 2 richiede obligatoriamente la presenza del precedente pacchetto (SP1), che adeguava il codice di base dei sistemi Vista e Server 2008, in modo da permettere a Microsoft il rilascio di un unico pacchetto di aggiornamento valido per entrambi i sistemi operativi.

E’ possibile che alcune applicazioni smettano di funzionare successivamente alla installazione del SP2: Microsoft ha pubblicato una lista di quelle problematiche consultabile sul loro sito.

Buona fortuna a tutti!

Originale: Microsoft: finalmente rilasciati i Service Pack 2 per Windows Vista e Windows Server 2008

Berlusconi: affermazioni, bugie e smentite

26 maggio 2009

elezionilogo2
Ogni tanto bisogna valutare la credibilità politica e personale delle persone che ci governano. E’ un diritto e, soprattutto, un dovere.
Perchè votare significa soprattutto dare credito alle persone, alla loro credibilità ed al progetto che porteranno in Parlamento.

Ecco allora un po’ di casi in cui Silvio Berlusconi ha fatto importanti affermazioni che poi ha smentito o sono state smentite dagli interessanti:

22/10/1990: Corte d’Appello di Venezia: “Il Berlusconi deponendo avanti il Tribunale di Verona, ha dichiarato il falso, realizzando gli estremi obiettivi e soggettivi del contestato delitto”: cioè la falsa testimonianza, a proposito della sua iscrizione alla loggia massonica P2

26/09/2001: “Noi dobbiamo essere consapevoli della superiorità della nostra civiltà… Dobbiamo evitare di mettere le due civiltà, quella islamica e quella nostra sullo stesso piano… La nostra civiltà deve estendere a chi è rimasto indietro di almeno 1.400 anni nella storia i benefici e le conquiste che l’Occidente conosce.”
02/10/2001: “Perché dovrei scusarmi? Per qualche cosa che non ho detto? Non ho detto nulla di sbagliato, loro (alcuni giornalisti) mi hanno fatto dire qualche cosa che non ho detto”

31/07/2002: “Non capisco tutta questa fretta per la legge Cirami sul legittimo sospetto”
30/08/2002: “La legge sul legittimo sospetto è una priorità per il governo”

30/12/2002: “Mediaset non farà alcun ricorso al condono fiscale”
Cinque mesi dopo Mediaset fa ricorso al condono, risparmiando circa 120 milioni di euro di imposte

05/05/2001: “Il conflitto d’interessi sarà risolto nei primi cento giorni del mio governo”
05/05/2001: “Il conflitto d’interessi è una leggenda metropolitana”
La legge sul conflitto d’interessi non verrà mai approvata

02/08/2003: “Il Presidente Ciampi è d’accordo sulla legge Gasparri”
Il Quirinale smentisce: “Non ne abbiamo mai parlato”

04/09/2003: “Mussolini non ha mai ucciso nessuno: gli oppositori li mandava in vacanza al confino”
17/09/2003: Berlusconi cerca di smorzare l’intervista: “Eravamo alla seconda bottiglia di champagne”
19/09/2003: Gli intervistatori lo smentiscono: “Abbiamo bevuto solo tè freddo”

27/01/2004: “Io il lifting non lo volevo fare. Sono stato tirato dentro a farlo. È stata Veronica a spingermi a fare il lifting”
Veronica: “Il lifting è stata un’idea sua”

25/11/2004: “Io sono l’unto del Signore, c’è qualcosa di divino nell’essere scelto dalla gente. E sarebbe grave che qualcuno che è stato scelto dalla gente, l’unto del Signore, possa pensare di tradire il mandato dei cittadini”
09/03/2004: “Io unto del Signore? Non ho mai pronunciato questa sciocchezza”

26/03/2004: “Non sento alcun bisogno di andare a Nassiriya, sarebbe solo una operazione dimostrativa e retorica”
10/04/2004: Berlusconi va in visita a Nassiriya

29/04/2005: “Il piano di risanamento dell’Alitalia è stato accettato dalla Commissione europea”
Bruxelles: “Nessuna decisione è stata presa”

03/11/2005: “Un orizzonte che non dobbiamo precluderci, l’innalzamento dell’età pensionabile a 68 anni”
15/11/2005: “Io non ho proposto di spostare l’età pensionabile a 68 anni”

11/11/2005: “Daremo una casa a tutti gli italiani in difficoltà. Sono il 19% della popolazione, ma abbiamo un piano fattibile” 14/11/2005: “Non ho detto a tutti gli italiani, ma solo a quelli sfrattati”

E poi, da gustare in video, qualche altro caso:

Berlusconi: “Il governo americano TEME un cambio di guida del nostro paese”

Berlusconi: “Abbiamo già rappresentato il nostro programma al Sig. Almunia”

Berlusconi: “Una soluzione che … porterà vita nuova per Napoli”

Berlusconi: “Darò istruzioni dettagliate su come intervenire attraverso le forze dell’ordine”

Berlusconi: “No ho mai offerto al Dott. Di Pietro un posto di ministro nel mio governo”

05/05/2009: Smentite e controsmentite di Berlusconi a Ballarò

Ovviamente tutto è vero e dimostrabile: registrazioni di interviste, riprese video di televisioni, ecc.

Non capisco perchè mi debbano tornare in mente le parole di Indro Montanelli: “Silvio Berlusconi è un mentitore professionale: mente a tutti, sempre anche a se stesso, al punto da credere alle sue stesse menzogne”.

Originale: Berlusconi: affermazioni, bugie e smentite

BumpTop: trasformare il desktop in uno spettacolare ambiente tridimensionale

25 maggio 2009

burntop
Questa particolarissima applicazione stravolge il paradigma della scrivania tradizionale, fornendo un vero ambiente tridimensionale in cui poter posizionare i propri documenti, applicazioni, post-it, link, feed-rss, ecc…
In questo spazio le icone si possono lanciare, impilare o sospendere alle pareti come poster, le immagini sono sempre visualizzate attraverso la loro anteprima ridimensionabile, e tutti gli oggetti possono essere raggruppati per similitudine o keywords.

Le funzionalità di ricerca sono molto efficienti: basta digitare delle lettere per vedere evidenziati i file che le contengono. Inoltre tutto l’ambiente è personalizzabile con grande flessibilità (sono già disponibili numerosissimi skin).

Il programma è disponibile solo per Windows (XP, Vista e Seven) ed esiste in versione gratuita (anche se con funzionalità leggermente limitate rispetto alla versione commerciale).
La dotazione hardware minima prevede:
– CPU Pentium 4 1.8GHz o Athlon XP 2200+
– RAM 1Gb
– 15Mb spazio disco
– Scheda video Intel 915 o Nvidia GeForce 6200 o ATI X300
– Supporto per driver OpenGL 2.0

Per avere un’idea delle funzionalità e delle caratteristiche è disponibile un video fornito direttamente dagli sviluppatori:

Originale: BumpTop: trasformare il desktop in uno spettacolare ambiente tridimensionale

Per tutti quelli che… non capiscono perchè il loro HD è sempre pieno

24 maggio 2009

agedu
Capita un po’ a tutti di tenere archiviati documenti e file, sparsi per il proprio HD, in attesa che tornino utili. Il più delle volte vengono dimenticati e rimangono ad occupare spazio per anni.
Per aiutare a cercare i file non più utili presenti nel nostro HD ora c’è un nuovo software: Agedu.

Il programma effettua un’analisi dei contenuti dei dischi, e poi presenta dei report in cui viene evidenziata la “vecchiaia” dei contenuti. I dati raccolti vengono calcolati sulla base delle date di ultimo accesso e/o di modifica.

Il programma può funzionare da shell, in modo da essere inserito in script per mantenere sotto controllo la situazione dei dischi. Oppure può salvare i risultati in una pagina web, visualizzabile con qualunque browser.

Originale: Per tutti quelli che… non capiscono perchè il loro HD è sempre pieno

Facebook: le foto cancellate dagli utenti rimangono sui server

23 maggio 2009

Facebook e le immagini fantasma
Per Facebook le fotografie sono per sempre, come i diamanti. Secondo i ricercatori del laboratorio Security Group dell’Università di Cambridge (Gran Bretagna), le fotografie caricate dagli utenti rimangono sui server del famoso social network anche a distanza di trenta giorni dalla loro cancellazione. Tale fenomeno non interessa unicamente Facebook e coinvolge un ampio numero di social network che consentono agli utenti di condividere le loro foto online.

Per realizzare il loro esperimento, i ricercatori hanno caricato una immagine…
(continua a leggere l’articolo originale)

Fonte: WebNews

Tutti i CMS Open Source pronti da usare e testare

22 maggio 2009

cyber
Tutti i più diffusi CMS (Content Management System) Open Source sono disponibili sul sito di Cyberspazio.eu.
Questa azienda ha installato e resi disponibili i CMS in modalità “demo”, sia dal lato “client” (quello normalmente visibile per il visistatore) che dal lato amministrativo (anche detto “admin” o “backoffice”).
Questo permette di fare valutazioni e confronti, senza neanche doversi scomodare a scaricare ed installare questi prodotti.
Sicuramente un ottimo servizio per tutti coloro che, dovendo realizzare nuovi progetti, hanno l’esigenza di dover valutare e scegliere lo strumento più adatto agli scopi da raggiungere.
Sia nella versione “client” che in quella “admin” possono essere state bloccate alcune funzionalità per ragioni di sicurezza. Inoltre ogni ora i database ed i file di configurazione vengono cancellati e reinstallati.
Ovviamente l’invito è di non abusare di questa opportunità, ricordando che gli indirizzi IP di tutti gli utilizzatori vengono registrati nei log del servizio, e che pertanto, in caso di abuso, c’è la possibilità di essere rintracciati.

Originale: Tutti i CMS Open Source pronti da usare e testare

Big Brother Awards: L’on.Carlucci e Facebook sono le maggiori minacce per la privacy dei cittadini

22 maggio 2009

BBA
La giuria del Progetto Winston Smith ha pubblicato la classifica dei vincitori del Big Brother Awards Italia 2009.

Il Progetto Winston Smith è un organizzazione senza fini di lucro per la difesa dei diritti civili in rete. Nasce nel 1999 come associazione anonima, ed è caratterizzato dalla mancanza di un’identità di riferimento fisica.
All’interno del progetto, fra le tante attività ed iniziative, ha avuto successo l’iniziativa Big Brother Awards, il cui slogan è watching the watchman worldwide, che raccoglie informazioni, gestisce le votazioni e premia le realtà che peggio si sono comportate nei confronti dei diritti umani.

Targa BBA
I primo posti dell’edizione 2009 vanno a Facebook ed a Gabriella Carlucci: Facebook, già assegnatario del premio “Lamento del popolo”, vince il premio per la “Tecnologia più invasiva” e per la “Peggiore azienda privata”.
Anche Gabriella Carlucci si aggiudica due premi (non era mai successo ad un singolo individuo): “Minaccia da una vita” e “Bocca a stivale”.

Originale: Big Brother Awards: L’on.Carlucci e Facebook sono le maggiori minacce per la privacy dei cittadini
Fonte: Punto Informatico