Archive for the ‘Tecnologia’ Category

Microsoft: SuperPreview disponibile per tutti

19 giugno 2009

Microsoft SuperPreview
Annunciato l’altro ieri al Remix 2009 di Milano, SuperPreview è un nuovo tools che permette di analizzare la rappresentazione grafica di una pagina HTML con differenti Browser.

Il prodotto verrà rilasciato questa estate come parte di Expression Web 3, ma è già possibile scaricare una prima versione beta con attivo il supporto di Internet Explorer 6,7,8. In pratica questa prima versione permette di visualizzare la pagina sfruttando il motore di rendering delle tre versioni del browser Microsoft contemporaneamente e sulla stessa macchina. La versione definitiva includerà il supporto anche per altri browser: da subito Firefox e Chrome, in seguito Safari, Opera ed altri.

Questo strumento, già di per se molto utile per gli sviluppatori web, permetterà anche di sovrapporre visualizzazioni differenti, controllare la rappresentazione a differenti risoluzioni e visualizzare la rappresentazione DOM dei differenti browser.

Per scaricare la versione gratuita di Expression Web SuperPreview for Internet Explorer (250 MB) potete usare questo link: Download Expression Web SuperPreview for Internet Explorer.

Originale: Microsoft: SuperPreview disponibile per tutti.

FIAT: ecco la nuova Bravo, con ruota di scorta e antivirus.

18 giugno 2009

FIAT Bravo
Fiat e Microsoft hanno stretto un accordo per la commercializzazione di un modello di Bravo con marchio Microsoft MSN, dotata di un dispositivo (Instant Nav) con funzionalità integrate di navigatore satellitare, radio, lettore CD e MP3, lettore di SD Card e USB Flash.

Bravo MSN Edition, questo il nome del nuovo modello, sarà disponibile nei colori rosso Maranello, blu Maserati e grigio Tempesta, e sarà riconoscibile grazie al logo MSN collocato sui montanti posteriori della vettura.

E non è finita: se si acquista anche il nuovo cellulare Sony Ericson K770i Cyber-shot™ì Bravo MSN Limited Edition sarà possibile aprire la vettura dall’icona di accesso diretto MSN Mobile.

Originale: FIAT: ecco la nuova Bravo, con ruota di scorta e antivirus.

Microsoft: Milano Remix 2009

17 giugno 2009

Remix 2009
Sono appena tornato dall’evento Microsoft Remix 2009, un po’ frastornato, incuriosito e stupito.

Lo slogan di questa giornata dedicata a web developer e web designer era “Il Web del futuro nasce da qui”: beh, non so’ se il web del futuro sarà proprio come Microsoft vorrebbe, ma devo dire che hanno dato l’impressione di essere molto determinati.

I pilastri su cui si basa l’idea di Microsoft sono: Internet Explorer 8, migliorato ed arrichito di funzionalità e potenzialità, Rich Internet Application (RIA) e la User Experience. Il tutto amalgamato dai software Microsoft: Expression 3, Silverlight, Visual Studio .Net ed il linguaggio XAML.

Durante questa giornata di seminari e sessioni tecniche, davanti a oltre 600 operatori, gli evangelist di Microsoft non si sono sottratti al confronto diretto con i competitor, soprattutto nell’analisi del nuovo IE8, confrontandolo direttamente con Firefox, Chrome e Safari.

Anzi: per la prima volta un nuovo prodotto di Microsoft (SuperPreview) renderà direttamente disponibile il motore di rendering di Mozilla Firefox per la valutazione della resa grafica dei siti. Qualcosa sta cambiando!

Originale: Microsoft: Milano Remix 2009

McDonald’s: wi-fi gratis all’interno dei fast-food

8 giugno 2009

McDonald's WiFi
Come accade negli Stati Uniti da diverso tempo, anche in Italia sarà possibile nei fast-food della nota catena connettersi ad Internet via Wi-Fi gratuitamente.
In Europa solo recentemente è stat adottata questa iniziativa, ed ora è stato dato l’annuncio delle disponibilita dell’offerta anche in Italia su 300 dei 380 fast-food presenti sul nostro territorio (l’80% circa della rete italian McDonald’s).
I locali aderenti all’iniziativa saranno contraddistinti da messaggi specifici: cartellonistica, vetrofanie, ecc..
Per accedere al servizio è necessario registrarsi preventivamente on-line sul sito visualizzato alla prima connessione, per poi poter navigare liberamente, senza limiti di tempo. La procedura Italiana e differente da quella in uso in altri paesi, a causa delle regole particolarmente restrittive che gravano sul riconoscimento degli utenti che accedono alla rete, e richiede obligatoriamente la dichiarazione del proprio numero di cellulare.
La speranza è che questa iniziativa inneschi un processo di concorrenza ed emulazione, e che la connessione Wi-Fi diventi presto un offerta standard e pervasiva in tutti i luoghi di intrattenimento.

Originale: McDonald’s: wi-fi gratis all’interno dei fast-food

YouTube: La TX On Demand si chiama “XL”

3 giugno 2009

youtubexl
Dopo le ultime novità proposte da YouTube per la fruizione dei servizi su dispositivi mobili e su console PlayStation 3 e Nintendo Wii, oggi viene presentata una nuova interfaccia per la fruizione dei contenuti su schermi televisi.
Youtube XL, questo il nome della nuova versione, offre una navigazione più comoda e funzionale per gli schermi delle TV, tipicamente visti da un certa distanza e comandati da un telecomando.

Dal punto di vista tecnologico YouTube XL è un front-end per il sito principale di YouTube. Permette la visualizzazione di quasi tutti i video (il catalogo non è esattamanente lo stesso di quello della versione standard), ma presenta un interfaccia ridisegnata, con oggetti più grandi, meno informazioni e sfondo nero, che può essere visualizza correttamente su qualsiasi dispositivo dotato di browser web.
Quindi sarà possibile utilizzare XL con tutte le console di videogiochi dotate di browser integrato (oggi PS3 e WII), con i media player avanzati, o con PC multimediali connessi alla propria TV.

Secondo il portale CNet.com “la nuova funzione presentata dagli sviluppatori di YouTube è un ulteriore segno che la battaglia per i video online si combatte dal divano del salotto”, anche perchè l’annuncio di YouTube arriva ad una settimana dal lancio del client desktop del diretto rivale: Hulu.com.

Originale: YouTube: La TX On Demand si chiama “XL”

Google: finalmente Chrome per Linux!

3 giugno 2009

Google Chrome
Settimana ricca di notizie in arrivo da Google: finalmente sono state rilasciate le prime versioni di Chrome per altri sistemi operativi: Mac e, soprattutto, Linux.

Il problema più grande nella realizzazione della versione nativa per Linux è stata la scelta delle librerie grafiche: per dare coerenza al browser con il resto del desktop era necessario scegliere con cura il toolkit grafico e le modalità di implementazione.
La scelta è ricaduta su GTK+ dando così a Gnome il primato del primo Desktop Engine ad avere il browser di Google completamente integrato.

Si tratta di una versione Alpha (preliminare) e quindi le funzionalità non sono ancora complete e paragonabili a quelle della versione per Windows, ma comunque siamo sulla buona strada. Vengono offerte tutte le funzionalità di base per la navigazione, schede, upload dei file, download, storico delle pagine, zoom e funzione privacy, mentre non sono ancora non pienamente supportate le funzionalità per la gestione dei bookmark o lo spostamento delle schede.

Le prestazioni relative alla navigazione sono estremamente buone, ma va detto che questo risultato è ottenuto aprendo un numero di connessioni simultanee molto elevato: modalità che potrebbe causare problemi con alcune tipologie di router.

Dovrà anche essere curata meglio la resa grafica dei font ed alcuni sfarfallii dell’interfaccia, problemi che comunque saranno sicuramente affrontati nelle prossimi evoluzioni verso una versione beta.

Con questo programma, e procedendo nello sviluppo a questa velocità, Google potrebbe offrire una validissima alternativa a Firefox anche su Linux.

Per chi è interessato a provare questa versione su Ubuntu, è possibile usare i pacchetti preparati da Fabien Tassin.

Originale: Google: finalmente Chrome per Linux!

Google ha presentato in anteprima al “Google I/O” la sua nuova creatura: Wave!

29 maggio 2009

googlewave
Descrivere Wave non è semplice, ma essenzialmente possiamo dire che è un nuovo sistema di comunicazione. Un sistema che integra in un unica applicazione web le funzionalità offerte dai wiki, dai forum, dai blog, ecc. Possiamo definire “Wave” un flusso di comunicazione e documenti.

Possiamo immaginarlo come un evoluzione di GMail verso il social networking: parliamo di email con struttura ad albero, che possono contenere infinite sotto-strutture. Si possono invitare ed escludere contatti dalla conversazione, aggiungere risposte in mezzo ad un messaggio, spezzandolo per rispondere ad una frase in particolare. Si possono includere oggetti come foto, mappe, video, risultati di ricerca, o altro. I documenti allegati potranno essere modificati in collaborazione con gli utenti che partecipano al proprio Wave.

Ovviamente la “fase” collaborativa è l’essenza di Wave, ma le funzionalità e le opportunità sono così tante che l’unico modo per percepirne le potenzialità è vedere il filmato della presentazione:

Ultima notizia, ma forse la più importante: tutto il progetto verrà rilasciato con una licenza open source, e tutti gli sviluppatori sono invitati a partecipare alla pianificazione ed allo sviluppo dello stesso.

Fonte: OSSBlog: Google Wave, comunicazione libera in tutti i sensi
Fonte: Pollycoke: Il nuovo progetto Google Wave sarà open source

Originale: Google ha presentato in anteprima al “Google I/O” la sua nuova creatura: Wave!

Facebook: nuovo socio porta 200 milioni di dollari

27 maggio 2009

Facebook
Ieri si è saputo che Facebook ha accettato i 200 milioni di dollari offerti da
Digital Sky Technologies (Dst) come investimento in azioni.
DST è una grande azienda russa nota per aver investito grandi somme di denaro anche in altri social network.

La transazione economica avviene in cambio di azioni privilegiate pari a una quota dell’1,96% (Facebook, secondo le ultime valutazioni, ha un valore di 10 miliardi di dollari).
DST intende acquistare anche 100 milioni di titoli ordinari di Facebook dagli attuali azionisti.

La notizia ha immediatamente scatenato il paragone con la cifra pagata da Microsoft a ottobre 2007, basata su un valore stimato per Facebook di 15 miliardi, ben 5 in più rispetto a quello odierno. A spiegare il tutto è intervenuto Mark Zuckerberg in persona, precisando che l’investimento della società di Redmond fu fatto “in un picco assoluto del mercato” e comprendeva inoltre anche altri accordi legati a pubblicità e ricerca.

Originale: Facebook: nuovo socio porta 200 milioni di dollari

Microsoft: finalmente rilasciati i Service Pack 2 per Windows Vista e Windows Server 2008

26 maggio 2009

Microsoft Windows
Microsoft ha finalmente rilasciato i tanto attesi Service Pack 2 per Windows Vista e Windows Server 2008 (nelle versioni x86, x64, ia64).
Per ora non è ancora disponibile la lingua Italiana fra quelle disponibili: sembra che per le versioni localizzate sia necessario aspettare ancora un paio di settimane.

L’installazione del Service Pack 2 richiede obligatoriamente la presenza del precedente pacchetto (SP1), che adeguava il codice di base dei sistemi Vista e Server 2008, in modo da permettere a Microsoft il rilascio di un unico pacchetto di aggiornamento valido per entrambi i sistemi operativi.

E’ possibile che alcune applicazioni smettano di funzionare successivamente alla installazione del SP2: Microsoft ha pubblicato una lista di quelle problematiche consultabile sul loro sito.

Buona fortuna a tutti!

Originale: Microsoft: finalmente rilasciati i Service Pack 2 per Windows Vista e Windows Server 2008

BumpTop: trasformare il desktop in uno spettacolare ambiente tridimensionale

25 maggio 2009

burntop
Questa particolarissima applicazione stravolge il paradigma della scrivania tradizionale, fornendo un vero ambiente tridimensionale in cui poter posizionare i propri documenti, applicazioni, post-it, link, feed-rss, ecc…
In questo spazio le icone si possono lanciare, impilare o sospendere alle pareti come poster, le immagini sono sempre visualizzate attraverso la loro anteprima ridimensionabile, e tutti gli oggetti possono essere raggruppati per similitudine o keywords.

Le funzionalità di ricerca sono molto efficienti: basta digitare delle lettere per vedere evidenziati i file che le contengono. Inoltre tutto l’ambiente è personalizzabile con grande flessibilità (sono già disponibili numerosissimi skin).

Il programma è disponibile solo per Windows (XP, Vista e Seven) ed esiste in versione gratuita (anche se con funzionalità leggermente limitate rispetto alla versione commerciale).
La dotazione hardware minima prevede:
– CPU Pentium 4 1.8GHz o Athlon XP 2200+
– RAM 1Gb
– 15Mb spazio disco
– Scheda video Intel 915 o Nvidia GeForce 6200 o ATI X300
– Supporto per driver OpenGL 2.0

Per avere un’idea delle funzionalità e delle caratteristiche è disponibile un video fornito direttamente dagli sviluppatori:

Originale: BumpTop: trasformare il desktop in uno spettacolare ambiente tridimensionale